Chi sono


Le fotografie alterano e ampliano le nostre nozioni di ciò che vale la pena guardare e di quello che abbiamo il diritto di osservare. (Susan Sontag)

Photographer / Reporter

PAOLO TITOLO


Dal 1983 al 1990 ha lavorato come fotografo per il quotidiano “L’Ora” di Palermo. Sono anni caratterizzati da un forte confronto tra la società civile e la Mafia. Il giornale “L’Ora”, organo ufficiale del Partito Comunista Italiano (PCI), è stato uno dei più compromessi in questo processo. La opera fotografica di Paolo Titolo, che documenta gli effetti della mafia in questo periodo, fù pubblicata nei più importanti periodici italiani e di altri paesi.

Nel 1990, con la scomparsa dell’Unione Sovietica, L’Ora entrò in un periodo di crisi economica che lo portò alla chiusura, nonostante ciò, Paolo Titolo, ha continuato il lavoro di collaborazione con diverse agenzie internazionali che lo portano a produrre servizi fotografici in diverse paesi dell’ Asia, America Latina, Europa, che sono stati pubblicati da riviste internazionali tra le quali Stern, Il Venerdí Di Republica, New York Times, Der Spigel, Panorama, Mary Clare.

Sempre nel 1990 inizio a realizzare fotografie sulla realità della società cubana per il libro “Cuba Và”, pubblicato in italia nel 1994. Lo stesso anno trasferisce la sua residenza a Cuba dedicandosi a progetti commerciali senza abbandonare la fotografia.

Il suo lavorofotografico fu presentato in diverse esposizioni personali e colletive a Palermo (1988/1990) e a Dresden (Germania, 1991).

Dal 2012 inizio a documentare la vita delle persone transessuali vincolato al lavoro che sviluppa il Centro Nazionale di Educazione Sessuale (CENESEX) a Cuba. Come risultato di questo lavoro fù presentato in una esposizione presso la Fondazione Brownstone a Parigi nel marzo del 2104.

Nel 2016, sempre a Parigi, presso la Maison Européenne de la Photographie ha proposto “Translucidas” ritratti di transessuali a Cuba.

Lo stesso lavoro sarà esposto poco più tardi a Guadalajara in Messico.